Tutorial sintetico su Tableau

La Data Visualization è entrata da tempo nell’area delle “tecnologie” emergenti e si può definire come l’arte di presentare i dati in una forma che anche le persone non tecniche possono capirla. Si compone di un perfetto equilibrio tra elementi di carattere visivo/estetico (come colori, proporzioni tra gli elementi, etichette) che attribuiscono perfetta leggibilità e contenuti informativi (dati) capaci di evidenziare elementi del business necessari a prendere buone decisioni.

La Data Visualization è un aspetto inevitabile, una conseguenza naturale della business analytics. Tenuto conto che si vanno aggiungendo sempre più fonti di informazioni, chi gestisce il business a tutti i livelli ha ormai adottato diverse soluzioni software dedicate alla data visualization. Questi softwares, permettono di analizzare i trend in modo completamente visuale così da rendere più rapide le decisioni strategiche.

Ad oggi, uno tra i più popolari strumenti di visualizzazione/analisi dei dati è Tableau.

Tableau è uno degli strumenti di Business Intelligence (BI) e data visualization che è cresciuto più rapidamente negli ultimi anni. Personalmente ne seguo lo sviluppo da 3 anni. La caratteristica più evidente di questa soluzione è che è davvero rapido da implementare, facile da imparare e impagabilmente intuitivo da usare per persone di differenti livelli di preparazione. Pur essendo già disponibili diversi contenuti per facilitare l’apprendimento, ho voluto comunque creare un rapido e sintetico tutorial per chi è neofita. Questo tutorial ti aiuterà a imparare ad usare Tableau in modo progressivo e strutturato. Se non avete precedenti esperienze vi consiglio di non saltare da un punto ad un altro ma di seguire l’ordine dei contenuti sotto esposti. Altrimenti potete liberamente procedere con i punti che più vi interessano.

Premessa: Perché è importante la Data Visualization?

Prima di iniziare Tableau, vi consiglio di guardare il video di David McCandless, scrittore/giornalista inglese per apprezzare l’importanza della Data Visualization.


Cosa ne pensate? Ma procediamo per ordine…

Perché scegliere Tableau?

Come sempre ci si pone la domanda, perché questa soluzione e non un’altra. Personalmente non sono dogmatico a riguardo, tuttavia vi suggerisco di prendere comunque in considerazione due elementi: Referenze (ed esperienze di clienti soddisfatti) e Posizionamento del prodotto.

Il Gartner’s magic quadrant rappresenta il miglior modo di valutare un prodotto rispetto al proprio settore ed alla concorrenza. Di seguito riporto i due quadranti del 2015 e del 2016, dove si vede chiaramente il posizionamento di Tableau tra i prodotti per la Business Intelligence.

tableau_gartner_magic_quadrant_2015tableau_gartner_magic_quadrant_2016

Dopo aver chiarito i perché, passiamo al come.

Passo 1: Scaricare e Installare Tableau

Tableau offre diverse versioni della soluzione per le esigenze di un pubblico variegato. Eccole in dettaglio:

  • Tableau Desktop: Strumento da installare sul proprio PC/Mac e pensato per la creazione dei report
  • Tableau Server: Ambiente centralizzato di pubblicazione dei report, che può essere configurato per un uso distinto tra diversi gruppi di utilizzatori
  • Tableau Online: Soluzione SaaS di Business Intelligence sul Cloud
  • Tableau Reader: Come già accade per Word/Powerpoint, PDF, DWF, etc anche per Tableau Desktop esiste un tool di lettura dei propri report.
  • Tableau Public: E’ un ambiente dedicato ad utenti che distribuiscono i propri report in modo 100% publico, quali giornalisti, pubbliche amministrazioni, etc.

In dettaglio

  1. Tableau Public e Tableau Reader sono gratuiti, mentre sia Tableau Desktop che Tableau Server permettono di scaricare una versione trial della durate di 14 giorni, allo scadere di questo periodo è necessario acquistare una licenza d’uso.
  2. Tableau Desktop è disponibile in due versioni: Personal e Professional. Tableau Online si basa invece su un canone annuale scalabile da uno fino a migliaia di utenti.

Procedi quindi al download della versione trial da qui oppure procedi subito all’acquisto qui.  Puoi sempre continuare a lavorare con Tableau public ricordando che come servizio free è pensato per un uso specifico e con le seguenti limitazioni.

Passo 2: Iniziare ad usare Tableau

Tableau fornisce risorse di apprendimento gratuite Online oltre a programmi di formazione Live e in varie nazioni a pagamento. Per iniziare ti suggerisco di seguire il materiale già disponibile sul Sito di Tableau ed in particolare quelli che seguono.

Per vedere questi contenuti ti devi prima registrare sul sito. La prima voce “Getting Started” si compone di tre video. Ti suggerisco di guardarli tutti.

Passo 3: Connettersi alle sorgenti Dati

Tableau Personal è limitato ad alcune tipologie mentre Tableau Professional può connettersi a tutte le sorgenti dati supportate quali file di testo, fogli excel, database locali e in rete e anche sorgenti cloud di big data (ad esempio query). In questo paragrafo ci soffermiamo sulle funzionalità base e avanzate di connettività dati. Impareremo anche a gestire le funzioni di Join, unione di più sorgenti, connessioni a cubi di dati, uso di funzioni sql personalizzate e come accedere a Google Analytics.

Passo 4: Creare Viste e Analisi

Tableau dispone di molte opzioni di rendering delle informazioni in più viste, lo si può fare applicando filtri /impostando valori a cascata / attraverso diverse formattazioni, etc. Quando avrete preso confidenza con le varie possibilità di visualizzazione vi troverete di fronte al problema di scegliere il modo migliore di rappresentare i vostri dati.

Tableau vi viene in aiuto e vi propone dei suggerimenti, in base ai dati che avete selezionato. E’ uno strumento potente e versatile che vi guida nel selezionare il tipo di grafico che meglio rappresenta i dati che volete analizzare/studiare.

Charts-Suggestion

Per proseguire nel tutorial vi suggerisco di vedere i seguenti video:

Passo 5: Praticare ed Esercitare

Avete potuto prendere confidenza con lo strumento, ora è il momento di fare qualche prova sul campo. Proviamo a produrre un report di Inferenza con diversi metodi di visualizzazione.

A riguardo vi accenno (ne parlo in un articolo dedicato) al sito Kaggle.

Questo portale raccoglie diverse sfide e risorse nel campo della Data Science. Una delle competizioni che ha ospitato aveva come obiettivo predirre le categorie di crimini a San Francisco a partire da uno storico di 12 anni (Dal 1934 al 1963) di crimini avvenuti nell’area di San Francisco e dintorni (inclusi i dati di ora, luogo e altre informazioni di dettaglio).

Per imparare ad usare al meglio Tableau potete quindi partire dal file dei dati di questo contest su Kaggle (scarica qui il file test.csv) (per accedere dovete registrarvi su Kaggle) e sviluppare i trend associati a questi record. Ad esempio:

  • C’è un’area specifica con più altro tasso di crimini?
  • Come è il trend su base annua/mensile/giornaliera/oraria?
  • La distribuzione nelle aree geografiche è omogenea o differente?

Passo 6: Espandi la tua rete e connettiti alla Community ed ai Gruppi di utenti

Ora che hai preso confidenza con Tableau, può tornarti utile entrare a far parte della sua community. Questo ti sarà molto d’aiuto per potenziare il tuo apprendimento, ricevere risposte e suggerimenti e vedere altri tutorial e spiegazioni semplici ad argomenti complessi dai blogger che da più tempo si occupano di questo tema. Alcune delle risorse che ho personalmente trovato e adottato sono::

  1. La Community ufficiale della Casa Madre Tableau: E’ il luogo privilegiato dove imparare, connettersi ed esplorare. Mette a disposizione forum, gruppi, idee, Viz talk e tante risorse ed esempi già pronti. Puoi ricevere risposte rapidamente, puoi contribuire a valorizzare nuove idee per lo sviluppo del prodotto o proporne di tue.
  2. Blogs: Citare Blog è sempre un’impresa piena di incognite. Intanto (come agli Oscar) si rischia di non rendere giustizia a tutti, tuttavia qui vi segnalo alcuni tra i più noti.
    1. vizwiz.blogspot.in
    2. tableaulove.tumblr.com
    3. tableaufriction.blogspot.in
  3. Tableau Linkedin/ Facebook Groups: Anche su LinkedIn e su Facebook sono presenti gruppi importanti per rimanere connessi e fare domande:
    1. Tableau Software: Il più grande gruppo dedicato a Tableau su Facebook, con più di 75k likes.
    2. Tableau Software Fans & Friends e Tableau Enthusiasts : Questi due sono i più grandi e attivi gruppi dedicati a Tableau su LinkedIn con rispettivamente 28.000 and 10000 iscritti .

Passo 7: Cruscotti e “Storie”

La creazione di Cruscotti e di Storie su Tableau rappresenta la principale USP (Unique selling proposition) del prodotto. I Cruscotti sono sicuramente un elemento distintivo che differenzia la soluzione dalla concorrenza. Anche nell’online training program Tableau ha dedicato una sezione ad hoc a queste funzionalità. Qui di seguito i rispettivi contenuti:

  1. Dashboard and Story Creation
  2. Adding views and objects to dashboards
  3. Applying Filters to dashboard
  4. Various Layouts and Formatting options
  5. Interactive Dashboard
  6. Story Points

Risorse per approfondire:

Come già proposto al passo 5: Create un cruscotto e una storia con i dati del contest “Kaggle crime category prediction”.

Passo 8: Usare Espressioni avanzate

Oltre alle misure e dimensioni già disponibili in base ai dati, Tableau vi permette di creare anche espressioni risultato di calcoli sui dati stessi, così da rendere ancora più flessibile la creazione di visualizzazioni. Le funzioni possono essere di tipo matematico, logico, funzioni di testo, dipendenti da valori da inserire e altre. Potete ad esempio connettere Tableau conh R per potenziare l’analisi di inferenza direttamente dentro a Tableau.

A riguardo potete consultare:

Passo 9: Metodi avanzati di Visualizzazione

Tableau ha straordinarie funzionalità per creare visualizzazioni avanzate. Potete generarle giocando ad esempio con alcune proprietà degli oggetti. Cito ad esempio:

  • Waterfall Charts
  • Bump Charts
  • Funnel Charts
  • Box Plot
  • Pareto Charts
  • Histograms and Others

Spero che questa guida sintetica ti abbia aiutato a prendere confidenza con lo strumento. Vista l’ampiezza delle funzionalità disponibili e lo scopo di questo blog non era possibile approfondire oltre questi contenuti. Il mio consiglio è di sporcarti le mani provando sui dati di cui disponi a sviluppare delle visualizzazioni interessanti. Buon Lavoro!

2 anni ago